San Fortunato

Chiesa di San Fortunato

Grandioso edificio in stile gotico, iniziato alla fine del XII secolo, fu ultimato nel 1465. Solo la facciata della chiesa è rimasta, nella parte superiore, visibilmente incompiuta a causa della morte, nel 1458, dell’architetto Giovanni di Santuccio da Firenzuola, che proseguì i precedenti lavori nel 1415. All’interno l’edificio presenta tre navate di pari altezza, tutte voltate a crociera. Nelle navate laterali si aprono sette cappelle sul lato destro e sei su quello sinistro; particolarmente degno di nota, nella quarta cappella sul lato destro, il frammento dell’affresco Madonna con Bambino e angeli, eseguito nel 1432 da Masolino da Panicale. Nella cripta un’urna sepolcrale conserva le ossa dei Santi protettori della città: San Fortunato, San Callisto, San Cassiano e le SS. Degna e Romana. In un piccolo monumento collocato sulla parete di sinistra sono custoditi anche i resti di Jacopone da Todi, celebre poeta medievale italiano del XIII secolo, autore di numerose laudi religiose in latino volgare. Dalla sagrestia della chiesa è possibile accedere al campanile di San Fortunato, dalla cui sommità si può godere di una vista a 360° sulla città e su tutto il territorio circostante.

orario di accesso

dal 1 Aprile al 14 Ottobre 9:00 – 13:00; 15:00 – 19:00 chiuso lunedì
dal 15 Ottobre al 31 Marzo  10:00 – 13:00; 14:30 – 17:00 chiuso lunedì