Monastero delle Lucrezie

Home » Todi e l'Umbria » Passeggia nella storia » Todi città d'autore » Monastero delle Lucrezie

Monastero delle Lucrezie

Sito alla sinistra del Duomo, in via Paolo Rolli, il complesso del Monastero delle Lucrezie nacque come convento delle terziarie francescane tra la fine del XIV e l’inizio del XV secolo per volere di Lucrezia della Genga e di alcune nobili dame delle città, decise a vivere secondo le regole francescane. Nel 1862, in seguito all’emanazione della legge sulla soppressione degli Enti e delle Corporazioni Ecclesiastiche, il monastero entrò a far parte del patrimonio comunale e, nel corso del tempo, fu adibito a diversi usi: da sede dell’antichissima Accademia dei Convivanti a sala cinematografica, da luogo di ritrovo dell’Opera Nazionale Dopolavoro Fascista a sede del laboratorio del mobile classico dei fratelli Gentili. Il complesso si sviluppa intorno a un chiostro che affaccia verso il convento di Montesanto e sulla stupenda vallata del Tevere. Dal 2009 il complesso ospita il Museo Lapidario della Città di Todi, ove sono esposti reperti scultorei di età romana, medievale, rinascimentale e moderna che testimoniano oltre venti secoli di storia tuderte.

orario di accesso
Aprile – Ottobre venerdì, sabato, domenica e festivi 10:00 – 13:30; 15:00 – 18:00
Novembre – Marzo

sabato, domenica e festivi 10:30 – 13:00; 14:30 – 17:00

Chiuso il 25 Dicembre e la mattina del 1 Gennaio