L’"oro verde" dell’Umbria

Home » Cosa fare » gusta: sapori e profumi » L’"oro verde" dell’Umbria

Tra il verde delle colline umbre spicca l’ulivo, una pianta che ben rappresenta la nostra regione, terra capace di custodire amorevolmente tradizioni secolari.

Il saporito Olio Extra Vergine di Oliva DOP Umbria può rappresentare al meglio la gastronomia regionale, ricca di piatti poveri in cui l’olio di oliva, “a crudo” o usato come base per la preparazione, detiene il ruolo di attore primario.

Straordinario almeno quanto il vino, l’olio umbro vanta un’alta qualità che ha pochi pari in Italia; merito delle condizioni climatiche e del terreno delle colline ai piedi degli Appennini, ideali per una maturazione lenta delle olive, che così mantengono una bassa acidità.

Unica regione ad avere l’intero territorio atto a produrre Olio Extra Vergine di Oliva a Denominazione di Origine Protetta, l’Umbria vanta cinque diverse menzioni geografiche, volte ad identificare altrettante sottozone in cui l’olio può essere prodotto: Colli di Assisi e SpoletoColli MartaniColli AmeriniColli del Trasimeno e Colli Orvietani.

Sottozona Colli Martani: si estende al centro dell’Umbria e comprende 15 comuni tra cui Todi, Massa Martana, Giano dell’Umbria e Montefalco. Le varietà presenti in questa sottozona devono essere, per legge, San Felice, frantoio e leccino (massimo all’80%), moraiolo (almeno il 20%) e altre varietà (massimo 10%).