Ospitalità

Cantina Peppucci

Vino

Servizi inclusi

  • Accessibile ai disabili
  • Accettazione gruppi
  • Area parcheggio
  • Degustazione prodotti tipici
  • In campagna
  • Internet
  • Nel verde
  • Wi-fi gratuito

Il Monastero di S. Antimo, posto su di una collina a 422 m s.l.m. dalla quale si gode uno splendido affaccio sulla valle dove si staglia la cresta del colle di Todi, si trova in prossimità del castello  di Petroro, sulla  strada romana che fungeva da collegamento a settentrione tra Todi e la Flaminia consolare. Fu costruito dai monaci benedettini della congregazione vallombrosana. Le prime notizie storiche che lo riguardano si hanno nel 1275. 
Oggi il complesso abbaziale appartiene alla  famiglia Peppucci e si trova al centro dell’azienda vitivinicola che da esso prende il nome.
Sui propri terreni, particolarmente vocati per composizione, giacitura ed esposizione, l’azienda ha impiantato  circa  13 ettari di nuovi vigneti con viti di Grechetto di Todi, Sagrantino, Sangiovese, e altri  vitigni internazionali quali Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. I vigneti hanno caratteristiche moderne, sia per il sesto di impianto adottato,  caratterizzato da  una elevata densità dei filari - 5.050 piante ad ettaro - sia per il sistema di allevamento,  il cordone speronato bilaterale, particolarmente adatto per vini di elevato pregio. 
La filosofia produttiva dell’azienda – che si avvale della consulenza agronomica ed enologica di Lorenzo Landi, uno dei più apprezzati wine makers italiani - è basata sulla strenua ricerca della qualità perseguita attraverso basse rese per ettaro, raccolta separata delle uve di uno stesso vigneto per raggiungere la migliore maturazione possibile, vendemmia effettuata  a mano in cassette, per selezionare ulteriormente solo i grappoli migliori. 
L’obiettivo è di produrre vini che siano autentica espressione di questo splendido territorio.