Seguici su

facebook instagram

Blog

Il tiglio di Montesanto, tra bellezza e tradizione.

Il tiglio, che si trova di fronte al convento francescano di Montesanto, è uno degli alberi più antichi dell’Umbria. L’età stimata è di circa 600 anni e si narra che venne piantato dalla popolazione di Todi nel 1426 per ricordare l’inizio della predicazione di San Bernardino nella città che diede i natali a Jacopone, da cui il nome di tiglio di San Bernardino. Nell'antichità l'altura si chiamava Monte Mascarano, cioè monte degli spiriti, e certamente già al tempo degli etruschi era un luogo sacro, con un tempio dedicato al dio Marte e alla dea Bellona.

Il tiglio di Montesanto è certamente il più importante albero di interesse culturale, storico e scientifico presente a Todi, tale da meritare assolutamente una visita.
Il tronco ha una circonferenza di quasi 6 metri, la chioma ne misura circa 19, è alto più di 14 metri e si trova davanti all'ingresso del convento di Montesanto, meravigliosamente affacciato sul colle di Todi che, col suo profilo inconfondibile, domina la valle a ovest della città di Todi ed è ben visibile da diversi punti dell’acropoli, in particolare dal belvedere dei Giardini Oberdan.
Molto bella è l’immagine che si crea in caso di nebbia, quando l’altura emerge come un isolotto dalla foschia sottostante e si pone così al centro di un paesaggio davvero suggestivo.

Nel giugno 2019 l’incantevole tiglio è stato oggetto di una delicata operazione di potatura e messa in sicurezza della pianta. Le priorità dell'intervento sono state la sicurezza delle persone, la salute dell’albero e la sua stabilità. Al termine ci si è focalizzati sull'estetica del taglio, riequilibrando il futuro sviluppo della chioma.

Il tiglio, con le sue foglie a cuore di un verde fresco che ci ricorda la sua ombra, è nostro alleato nei caldi giorni di luglio. Il profumo avvolgente che si sparge nell'aria e che annuncia il trionfo dell’estate, l’aroma discreto dei fiori, irresistibile per gli insetti impollinatori, rimane nella memoria. Sedersi sotto questo maestoso albero dopo una passeggiata tra i colli ricarica le energie e regala splendidi ricordi.